giovedì 27 marzo 2008

Distorsione

con i miei disegni ho la brutta abitudine di farmeli piacere sempre meno man mano che passa il tempo.. forse è un processo di autocritica che faccio, ma la cosa a volte mi dispiace molto.. vedere delle idee per me buone realizzate con i piedi..

in questo caso, a più di X anni dalla sua realizzazione, questo disegno continua a piacermi.. è la mia visione contorta e malata di una via di Bologna, via Castiglione.


chi non vive a Bologna o non la conosce può saltare tranquillamente questo pezzo di post.. :D

[la strada è via Castiglione vista dalla panchina vicino alla facciata del Liceo Classico Galvani che da sulla piazza della chiesa di Santa Lucia.. le uniche cose che si riconoscono sono il palazzo alla sinistra e la pavimentazione della piazza]

la mia teoria è che l'uomo tende sempre all'autodistruzione, oltre che distruggere tutto quello che ha attorno, senza distinzioni. chi ha visto il disegno e che sente la spiegazione dell'idea che sta alla base esordisce sempre con "eh, esagerato!ma bla bla bla". la realtà supera la fantasia! guardarsi attorno per credere!

questo è il primissimo disegno di questo genere, l'ultimo nato è la bozza che ho presentato nel mio primo (secondo in pratica) post del blog

http://mbanshee.blogspot.com/2008/01/e-si-comincia.html

se riuscirò (visto le dimensioni 50x70 cm degli altri) posterò tutto quanto un giorno

per ora è tutto.. non è niente di nuovo e il posto è "leggermente" fatto con i piedi, ma sono alle prese con l'imminente viaggio a Londra.. magari tirerò fuori dal cappello qualche buona idea!

1 commento:

Manuela Soriani ha detto...

bellissimo!
*.*

Molto postatomico!