domenica 27 gennaio 2008

Treno!

allegria portami via! giusto con la mia ragazza va bene, oggi un esame andato da schifo e domani non vedo la situazione particolarmente rosea.. andando avanti così CEPU diventerà una realtà..

comunque, stendiamo un velo pietoso sullo schifo e andiamo oltre

molte volte l'ispirazione arriva quando arriva. punto e basta. senza preavviso. ma la cosa che mi stupisce è che quasi sempre l'idea che viene è completamente slegata dal luogo dove si è o dai pensieri iniziali che si sono fatti e questo è un esempio perfetto.

l'idea di un enorme treno-città che attraversa sferragliando un immenso deserto di sabbia e cenere su una sorta di binari molto più antichi mi è venuta al mare a Rimini mentre guardavo le onde.. beh, dopo qualche rielaborazione ecco il risultato.. non mi dispiace affatto!


come tutti i miei disegni, anche i più stupidi e insulsi c'è dietro un grande lavoro di ponderamento, o più comunemente chiamato "viaggio mentale" sull'ambientazione, sul perchè e il per come funziona una determinata cosa, eventuale storia, etc etc.. cercho di essere molto scrupoloso su questo, non mi piace disegnare una cosa giusto per consumare mina, gomma e foglio..

3 commenti:

Francesca Da Sacco ha detto...

l'idea è bella, mi viene in mente una storia che abbiamo in mente io e Michela ^^
Mi piacerebbe tu scrivessi, magari in un doc a parte, che potresti linkare al post, i tuoi vaneggiamenti, che trovo pure divertenti da leggere.

Manuela Soriani ha detto...

Bel lavoro, Dario!
^__^

Continua ad elaborare idee.
A me piacciono tantissimo i tuoi mondi!
La colorerai, vero?

Mbanshee ha detto...

mah, sinceramente non so quanto potrò colorarlo.. alla fine è un treno di acciao che corre in un deserto di cenere.. grigio su nero.. :| tanto vale lasciarlo così..